Pratiche Conto Termico 2.0 GSE

Conto Termico 2.0 GSE

Il Conto Termico 2.0 del GSE permette di accedere ad un meccanismo di sostegno che incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

I beneficiari sono Pubbliche Amministrazioni, Imprese e Privati che potranno accedere a tale sostegno attraverso le procedure di accesso diretto per gli apparecchi a catalogo oppure a prenotazione.

Gli incentivi sono regolati da contratti di diritto privato tra il GSE e il Soggetto Responsabile. Gli incentivi sono corrisposti dal GSE nella forma di rate annuali costanti della durata compresa tra 2 e 5 anni, a seconda della tipologia di intervento e della sua dimensione, oppure in un’unica soluzione, nel caso in cui l’ammontare dell’incentivo non superi i 5.000 euro.

CONTATORE INCENTIVI ADESOLUTION

Richieste inviate: 125;   Richieste ammesse: 112;   Richieste in valutazione: 13;   Totale incentivo gestito: € 415.259,00

Quali sono gli interventi incentivabili?

 

Il Decreto Interministeriale 16/02/2016 aggiorna la disciplina per l’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili secondo principi di semplificazione, efficacia, diversificazione e innovazione tecnologica nonché di coerenza con gli obiettivi di riqualificazione energetica degli edifici della pubblica amministrazione.
La nuova disciplina concorre al raggiungimento degli obiettivi specifici previsti dai Piani di azione per le energie rinnovabili e per l’efficienza energetica di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 28/2011, e dall’articolo 7 del decreto legislativo 102/2014.

SOGGETTI AMMESSI

 

  • PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
    Possono accedere all’incentivo per entrambe le categorie di interventi (categoria 1 e categoria 2);

 

  • SOGGETTI PRIVATI, persone fisiche, condomini, cooperative, società di persone, società di capitale ecc.
    Possono accedere all’incentivo solo ed esclusivamente per gli interventi che rientrano nella categoria 2.

Certificato APE & Diagnosi Energetica

 

Il GSE ha previsto un Incentivo specifico per la Diagnosi energetica e la Certificazione Energetica, solo per gli interventi che le prevedono obbligatoriamente e se elaborate contestualmente ai suddetti.
In questi casi l’incentivo specifico non concorre alla determinazione dell’incentivo complessivo nei limiti del valore massimo erogabile per gli interventi.
Nel caso in cui la Diagnosi energetica e la Certificazione energetica non dovessero essere obbligatorie, le spese professionali sostenute possono comunque rientrare nelle spese ammissibili.
Per le Amministrazioni pubbliche l’incentivo è previsto nella misura del 100% della spesa mentre per i Soggetti privati è ridotto al 50% della spesa.

Contattaci e inviaci i dati del tuo impianto. Elaboreremo la tua pratica in 24H

Se sei un’Azienda, un Installatore, una Società di Servizi o sei un Privato con più pratiche da inoltrare, contattaci per un’offerta personalizzata.